Giovanissimi

Campo di Patigno: "una esperienza fantastica"

Questo ritorno a Patigno è stata una vera e propria immersione in un passato, non troppo lontano, del quale provavo molta nostalgia. Infatti appena arrivato, subito riconosciuta la vecchia casa ed il campetto da pallavolo, mi sono ricordato di tutte le belle esperienze vissute già l'anno scorso. Nonostante quest'anno sapessi cosa mi aspettasse sceso dal pullman, sono stato piacevolmente sorpreso nel vedere che nulla era cambiato: gli stessi amici, lo stesso posto, la stessa voglia di passare una settimana ad imparare e a divertirci. Oggi di questa fantastica esperienza mi rimangono le risate con i vecchi amici e quelle con i nuovi arrivati, la sensazione di scoperta e la vita in comunione con gli altri compagni, e la nostalgia che rimane alla fine di ogni cosa bella mi invoglia tutte le volte a farvi ritorno. Consiglio i campiscuola dell' AC (Gerfalco e Patigno) a chiunque abbia voglia di uscire dalla routine per mettersi alla prova in un confronto che vede ognuno disposto ad aiutare l'altro e lascia a tutti la consapevolezza di essere cresciuti.

Giovanni Sederini, Parrocchia di Cecina

 

Alla scoperta dei Santi

 

Dal 31 luglio al 6 agosto si è svolto a Patigno (MS) il tanto atteso Campo Scuola diocesano di Azione Cattolica per Giovanissimi, che ha visto partecipi 33 ragazzi provenienti da numerose parrocchie della nostra Diocesi. La presenza di don Fabio Villani e dell'assistente Don Valentino Cheli, è stata preziosa; sono state figure di riferimento sempre disponibili e pronte ad intervenire nei gruppi di studio per chiarimenti e riflessioni e presenti per i singoli ragazzi e per le loro particolari esigenze.  Quest'anno il tema ha ruotato attorno alle figure dei Santi, figure che crediamo sempre irraggiungibili e lontane da noi, ma che in realtà sono esempi di vite quotidiane molto vicine alle nostre. Campo scuola vuol dire vivere insieme, fare nuove conoscenze, fare squadra, condividere con gli altri gioie, paure e sogni, vuol dire anche fatica, fatica di mettersi in gioco, di accettare chi ci rimane meno simpatico, di partecipare alle attività o ai giochi che ci piacciono meno. Tra le fatiche del campo primeggia la camminata sul monte, come San Giovanni Paolo II amava i luoghi di montagna, anche i ragazzi hanno saputo apprezzarne la bellezza e coglierne l'essenza: il silenzio della natura ci ha aiutato a metterci in ascolto, attività che risulta sempre più difficile in un mondo frenetico e ricco di stimoli. Sono stati giorni intensi e stimolanti, in particolare la giornata penitenziale del giovedì, arricchita dalla visita del nostro Vescovo Alberto e di alcuni parroci della nostra diocesi: don Enrico, don Luciano, don Marco e don Renzo,

Leggi tutto...

A Cortona un campo scuola "inedito"

Il camposcuola inedito per giovanissimi dalla 3° alla 5° superiore che si è tenuto a Cortona lo scorso agosto è stato una piccola "vacanza" che mi sentirei di consigliare a tutti perché non solo è un modo di ritrovare la propria fede e consolidarla, ma è anche una bella opportunità per crescere insieme a persone nuove, imparare a condividere e a rispettarsi a vicenda.

Un'esperienza del genere rimane sicuramente nel cuore di chi la vive al meglio: per i legami fra noi ragazzi, per il clima amichevole che si è venuto a creare con gli animatori e, in particolare, per la semplicità di ogni giorno della settimana che ti porta a non avere più certe esigenze che si richiedono quando si è a casa, come, per esempio, l'uso del cellulare.

Un importante aiuto per distaccarci dalla quotidianità ci è stato dato dalle attività svolte che sono state molto interessanti sotto vari aspetti e ci hanno permesso di conoscerci meglio a vicenda, ponendoci delle importanti domande su cui riflettere al fine di approfondire il nostro rapporto con Dio. 

Inoltre il luogo in cui siamo stati ospitati in quei giorni, cioè l'Eremo delle Celle, era veramente stupendo, immerso nella pace e nella natura. Un luogo del genere, che favorisca così tanto la meditazione, anche per la presenza dei luoghi dove San Francesco ha vissuto per alcuni periodi, non è un posto che si ha la fortuna di visitare tutti i giorni.

Insomma, è stata un'esperienza da ripetere in futuro.

Giacomo Capponi, Parrocchia di Chianni

Un camposcuola nei luoghi della santità

L’esperienza dei giovanissimi di III-V superiore
Alle celle di Cortona tra San Francesco, San Benedetto e Santa Margherita

Era martedì 8 agosto quando, accompagnati dal nostro assistente don Fabio Villani, siamo partiti da Cecina alla volta di Cortona. Ad aspettarci c’era una bellissima esperienza che avremmo trascorso insieme ai ragazzi di III-V superiore in luoghi toccati dalla sanità. Sono stati i Frati Minori Cappuccini, che tengono il convento francescano delle Celle di Cortona (Ar), ad ospitarci in una casa-foresteria autogestita appena fuori il loro cancello. Un posto a dir poco suggestivo in mezzo ai boschi subito dietro Cortona, in una di quelle “fessure” tra gli appennini che tanto piacevano a Francesco d’Assisi, perché gli ricordavano le piaghe di Cristo. “Che cosa cercate?” (Gv 1,38). La domanda che Gesù fa ai discepoli ha aperto il nostro campo e le riflessioni dei ragazzi, su cosa c’è veramente

Leggi tutto...

Raccontano i partecipanti del campo 2016 ...

 

Quest'anno dalla mia parrocchia di Montecatini sono partita da sola per il Camposcuola con il desiderio di fare una bella esperienza e trascorrere una settimana diversa dalle altre. Ero curiosa di vedere il posto nuovo; non eravamo più a Gerfalco ma a Patigno e non sapevo quanti ragazzi e ragazze potevo conoscere. Questa settimana è stata bellissima ed ho incontrato nuove amiche, più grandi di me, con le quali sono rimasta in contatto. Durante il campo i sacerdoti, gli educatori e il seminarista ci hanno aiutato a capire meglio la nostra vita e i nostri progetti parlando di Maria come modello per tutti noi. Indimenticabile è stata la giornata nella quale abbiamo fatto una lunga passeggiata sul monte e dopo la S. Messa. È stato bello esserci e spero di poter partecipare anche il prossimo anno. Chiara, Montecatini VdC

Leggi tutto...

Patigno 2016

 

Dal 31 luglio al 7 agosto si è svolto il Camposcuola Giovanissimi a Patigno di Zeri, proposto dal Settore Giovani di Azione Cattolica, per i ragazzi nati tra il 1999 e il 2002. Hanno partecipato trentadue giovanissimi provenienti da varie parrocchie della Diocesi: Volterra Cattedrale-S. Alessandro, Montecatini Val di Cecina, Casole d’Elsa, Pomarance, San Dalmazio, Montegemoli, Cecina Duomo-Marina-Palazzaccio, Bibbona, La California, Guardistallo, Casale Marittimo, Legoli, Chianni, S. Maria della Marca in Castelfiorentino. Il tema del campo è stata una riflessione sulla Beata Vergine Maria, cercando di osservare e analizzare la figura della Madonna nei suoi diversi aspetti, sottolineando che la sua grandezza sta nell’essere Madre del Signore Gesù e nell’indicarci Gesù come “Via” per la nostra felicità. Inoltre abbiamo voluto osservare un parallelo tra la vita di Maria e quella dei ragazzi e quindi cogliere un aspetto della Sua vita per trovarlo in quella dei giovanissimi.

Leggi tutto...

Accesso Utenti & Newsletter